COME FARE IL NODO ALLA CRAVATTA

Nonostante le continue novità proposte dalla moda, un accessorio di antica tradizione come la cravatta è considerato ancora oggi un segno distintivo importante e la firma della personalità di un uomo.

La caratteristica fondamentale di ogni cravatta è sempre stata, e sempre lo sarà, il suo nodo. Tanti sono quelli più conosciuti: il Four in Hand, derivante dall’omonimo club londinese, il St. Andrew, il Windsor, forse il più noto, nato negli anni 30 e così chiamato dal nome dal suo inventore il Duca di Windsor, il Mezzo Windsor ed infine il Balthus, un nodo voluminoso ideato dal grande pittore surrealista del Novecento.

Annodare nel modo più corretto una cravatta, soprattutto se ti capita di indossarla molto raramente o è la prima volta che lo fai, non è facilissimo. Ma neanche un'impresa impossibile! I due brevi video-tutorial che seguono risolveranno brillantemente tutti i tuoi problemi.

Il primo video mostra come realizzare un nodo semplice: è un nodo molto facile da realizzare ed è indicato per tutti i tipi di colletti di camicia.

 

 

Il secondo video-tutorial mostra come realizzare un nodo doppio: più corposo rispetto al primo, adatto a colli di camicia di dimensioni importanti ed ideale per le cravatte nei tessuti più leggeri.

 

 

Facile, no? Metti subito in pratica i suggerimenti, magari con una delle nostre cravatte: sono tutte realizzate a mano con le migliori sete italiane.

Scopri la collezione Paolo Da Ponte Autunno Inverno 2018/19